martedì 13 novembre 2018


ADERISCI ALLA CAMPAGNA ANTIVIOLENZA 2018

REGISTRA UN VIDEO dicendo:  “25 novembre 2018, io sono dalla parte delle donne”

per il Centro antiviolenza Terra Viva l'attrice modella Silvia Sera
Trasmetti il video via whatsapp al numero 3314141603, oppure all’indirizzo e mail 25novembre2018@associazioneterraviva.it.
Con l'invio di questo video aderirai alla campagna mediatica antiviolenza del 2018, promossa dall’Associazione Terra Viva e dal suo Centro antiviolenza.
Questo, al fine di sensibilizzare maggiormente l’opinione pubblica, alla divulgazione di una cultura della non violenza, al rispetto e valorizzazione del ruolo socio economico universale della donna, a contrasto dell’omofobia, ed in memoria delle centinaia di vittime di femminicidio in Italia e nel Mondo.
Ti ringrazio per l’impegno che oggi decidi di mettere in campo per questo delicato tema.
I video che invierai verranno resi pubblici attraverso la pagina facebook https://www.facebook.com/associazioneterraviva/ ed il sito www.associazioneterraviva.it A nome del Centro antiviolenza un grande, Grazie, un caro e affettuoso abbraccio, i componenti del Centro antiviolenza Terra Viva.

lunedì 15 ottobre 2018

Convegno dibattito "I Diritti non hanno sesso"

Un successo il convegno di venerdì 12 ottobre tenutosi in Piazza del Popolo presso la Sala Consiliare del Comune di Qualiano (NA).

Il Centro antiviolenza e antidiscriminazioni terra Viva ha dato vita al convegno dibattito “i diritti non hanno sesso”. 
Salvatore De Maio 


Nicla D'Alterio
Gli ospiti intervenuti assieme ad alcuni giovani di Qualiano intervenuti, hanno animato un dibattito con alla base il concetto del diritto del cittadino, l’importanza della sua libertà e il fondamentale rispetto di essa, in termini generali ma anche contro una cultura omofoba, a testimonianza che i diritti civili non hanno sesso.

Nel corso del convegno vi è stata la testimonianza di Nicla, giovanissima residente nel territorio di Qualiano, la quale circa 2 anni fa subì una assurda e crudele aggressione da parte di due balordi all'interno di un bar, solo per il fatto di essere Gay.
Hanno introdotto la serata e l'avvio del convegno, Salvatore De Maio fondatore del Centro antiviolenza e antidiscriminazione Terra Viva, la Dott.ssa Maria Massaro Presidente del Centro Terra Viva.
Angelo Zasnfardino
Il convegno è stato moderato dal Prof. Angelo Zanfardino Giornalista e Responsabile della Comunicazione del Centro Terra Viva. 
Il Professore ha subito introdotto i relatori

Nicola Palma 
L’Avvocato Nicola Palma, il quale ha raccontato la sua esperienza personale quando ha celebrato una unione civile presso il Comune di Giugliano in Campania e le persone che quel giorno si univano civilmente hanno subito gravi minacce e discriminazioni, caratterizzate da insulti sui social e addirittura scritte sui muri del paese di Giugliano in Campania, le quali offendevano il celebratore e le due persone che quel giorno davano vita alla loro unione civile.

Valentina Iannelli
In seguito è stata la volta della Dott.ssa Valentina Iannelli Psicologa del Centro Terra Viva. la quale ha materialmente chiarito come purtroppo negli anni precedenti anche la scienza avesse delle visioni controverse e discriminatorie, talvolta classificando l'omosessualità in un disturbo della psiche, cosa questa che oggi è stata ampiamente rettificata.
Margherita Palma 
Fondamentale l'intervento della Dott.ssa Margherita Palma Psicologa e colonna portante dello Staff del Sindaco di Qualiano, la quale ha fornito spunti importantissimi dal punto di vista sociale rispetto alle discriminazioni, ponendo l'attenzione sul concetto che le persone gay alcune volte fanno si che la rabbia dovuta al subire discriminazioni, faccia si di aumentarne l'effetto emotivo di emarginazione, creando un netto confine sociale al di la del quale la persona gay si sente  socialmente isolata a prescindere dal fatto di avere o no subito materiali azioni discriminatorie.

Carmela Smaldone

Alessandro Amitrano 
Ospite del convegno l’Onorevole Alessandro Amitrano Segretario Ufficio di Presidenza della Camera dei Deputati.
Carmela Smaldone Presidente  A.GE.D.O. Associazione ,parenti e amici di persone omosessuali, bisessuali e trans.
Gianfranco Mallardo
Antonella Panico 
Avv. Gianfranco Mallardo Presidente Ordine Avvocati Napoli Nord e l’Avv. Antonietta Panico Consigliera Ordine Avvocati Napoli Nord. 


Fulvio Gigliotti

Cesare Sirignano
"La manifestazione, introdotta da Salvatore De Maiouno dei fondatori dell’Associazione Terra Viva e condotta dal prof. Angelo Zanfardino, ha visto i collegamenti telefonici con il dr. Fulvio Gigliotti, componente del Consiglio superiore della Magistratura, il dr. Cesare Sirignano, Procuratore antimafia ed antiterrorismo e il dr. Giuseppe Cimmarotta, Presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati Campania.
Giuseppe Cimmarotta
I tre magistrati hanno risposto poste dalla sala e, partendo dal tema della sessualità all’interno della criminalità, dove l’omosessualità è vista in maniera diversa a seconda delle organizzazioni: dalla poca o nessuna tolleranza da parete della mafia e della ‘ndrangheta alla maggiore tolleranza della camorra, nell’ambito della quale agli affiliati vengono affibbiati soprannomi richiamanti la loro sessualità come “’o masculone” oppure “’o femminiello” e così via, si è giunti a parlare dei diritti che sono inalienabili per qualsiasi essere umano qualunque sia la sua sessualità. Comune il filo conduttore che su tale argomento in Italia c’è ancora tanto da lavorare perché le discriminazioni sono sempre presenti, talvolta anche sottilmente nel nostro quotidiano. 
Raffaele De Leonardis
Importantissimo il contributo di domande dei giovani studenti qualianesi intervenuti in sala e poste Ai convenuti. Il primo a rispondere è stato il sindaco De Leonardis sulle sacche omofobiche nella città di Qualiano. Il primo cittadino ha affermato che vi sono sacche omofobe a Qualiano e su tale tema c’è molto lavoro da fare sul tema e il primo segnale è stato l’unione civile tra due donne che ha celebrato appena insediato." Fonte: Punto il Web Magazine link articolo
Salvatore Onofaro
Bonaventura Palma 
Sabatino Franzese
Il convegno è stato patrocinato dal Comune di Qualiano ed è stato presieduto dal presidente del Consiglio Comunale Salvatore Onofaro, dall'Assessore Bonaventura Cerqua e dall'Assessore Sabatino Franzese, i quali hanno dato il loro fondamentale contributo al convegno e l'impegno per il futuro di ripetere appuntamenti del genere.
Sul territorio di Napoli Nord è importante parlare dell’omofobia in quanto ancora oggi si registrano atti di grave discriminazione ed intolleranza, il convegno ha voluto portare alla luce le difficoltà affrontate da chi vive una discriminazione ed il punto di vista della popolazione, la quale ha avuto ampio margine di interazione con numeroso interventi e domande agli ospiti e ai relatori.



sabato 1 settembre 2018

Un tour per la Vita Mai arrendersi Carlo Calcagni


Parte da Lecce il 2 settembre l'evento denominato “UN TOURPER LA VITA” che vedrà protagonista il Colonnello del Ruolo D'onore dell'esercito italiano vittima del dovere Carlo Calcagni. che nonostante le sue condizioni fisiche dovute alla MCS (Sensibilità Chimica Multipla) che lo sottopongono quotidianamente a cure provanti e a lunghe terapie ha deciso di reagire e di porsi in prima linea per essere di esempio a tutte quelle persone che ogni giorno sono costrette a subire dalla vita avversità di ogni sorte.
Incurante della fatica che dovrà affrontare e grazie alla sua esperienza sportiva il colonnello, da tempo impegnato nel ciclismo che pratica come atleta paralimpico  esperienza che lo ha visto protagonista di numerosissimi successi, partirà da Lecce in bicicletta affrontando diverse tappe fino a giungere a Roma.
La sua vita sembra un film e da un docu-film viene narrata grazie infatti all'intuizione di Michelangelo Gratton che illustra attraverso la filmografia ciò che un uomo con la sua volontà può fare. Anche se apparentemente può sembrare una storia unica creata da un uomo unico il colonnello tiene a precisare che tutti ma proprio tutti possono reagire e il più delle volte se lo si fa si vince.
La manifestazione vedrà protagoniste molte città : 2  settembre Lecce, 3 Pontecagnano Faiano  ,5 Pozzuoli, Marano,Villaricca, Giugliano ,6 Mugnano, 7 Napoli,8 Quarto, 9 Qualiano, 10 Centro di preparazione olimpica “Bruno Zauli” Formia ,11 Roma.
Ogni giorno due eventi cadenzeranno la kermesse il primo improntato sullo sport il secondo sulla proiezione del docu-film “IO SONOIL COLONNELLO” film che racconta la sofferenza di un uomo ma allo stesso tempo racconta la capacità dello stesso uomo di reagire alle avversità più aspre della vita.

Forza Carlo !!

Organizzatori tour 


Prof. Angelo Zanfardino
Brig CC in congedo Salvatore De Maio

venerdì 20 luglio 2018

Commemorazione vittime innocenti della criminalità Premio Nazionale “19-07-1992, Terra Viva, dalla parte della Legalità”




Ieri a Qualiano presso la villa comunale, si è tenuta la commemorazione dedicata alle vittime innocenti della criminalità, in questa cornice si è dato vita anche all'assegnazione del premio "19 luglio 1992, Terra Viva, dalla parte della Legalità", patrocinata dal Comune di Qualiano, che si è svolta nella sua prima edizione.
La manifestazione di premiazione è stata un enorme successo, numerosi hanno assistito alla premiazione e alla visione dei filmati dedicati ai premiati, i quali narravano la vita di questi straordinari personaggi.

Ieri, si è fatto un enorme passo in avanti, ieri si è iniziato un percorso sul territorio di Qualiano e di tutta Napoli Nord, il quale continuerà, l'evento ha visto la partecipazione di molti illustri ospiti, che vogliamo ringraziare,  il Vice Prefetto Dott.ssa Marzia De Martino per conto del Prefetto di Napoli Dott.ssa Carmela Pagano, il Sindaco di Qualiano Raffaele De Leonardis che ha dato il patrocinio del Comune, il Sindaco Comune di Quarto, Antonio Sabino, l'Assessore all'Istruzione del Comune di Quarto Raffaella De Vivo, la Senatrice Mariolina
Castellone,Il Dott. Pasquale La Mitella Vice Dirigente del
Commissariato Giugliano- Villaricca per conto del Questore Dott. Antonio De Iesu, il Presidente dell’Ordine degli Avvocati Napoli Nord Avv. Gianfranco Mallardo e la Consigliera Avv. Antonietta Panico, Nicola Perna Presidente dell’Associazione Carlo La Catena Vigile del Fuoco,Porzia Micillo Presidente Associazione Archimede, Componenti Associazione Universitaria di Napoli La Parthenope.

Siamo certi che sul territorio di Napoli Nord si possa ripartire con la legalità proprio da Qualiano.

Gli illustri ospiti premiati sono stati Cesare Sirignano; Sostituto Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, Colonnello Ruolo D’onore Carlo Calcagni, Vittima del Dovere, Imprenditore Giuseppe Masciari, Testimone di Giustizia, Maria Luisa Iavarone
e suo figlio Arturo Puoti, Il Giornale, Punto Web Magazine, Vincenzo Perfetto. 

La serata eccezionalmente è stata condotta dalla Giornalista inviata di RAI 2 Dott.ssa Claudia Marra, la quale ha accettato anche il ruolo madrina della serata proposto dall'associazione Terra Viva, ha condotto con lei il Prof. Angelo Zanfardino che collabora anche con l'Associazione Terra Viva. 

La serata è stata organizzata e promossa da Salvatore De Maio fondatore dell’Associazione Terra Viva, Maria Massaro Presidente dell’Associazione Terra Viva, Letizia Di Lauro Vice Presidente, Milena Cerqua responsabile dell’Associazione, Valentina Iannelli responsabile dell’Associazione, Giuseppina Lauro responsabile dell’Associazione Terra Viva.

Uno speciale ringraziamento va a tutta l'amministrazione del Comune di Qualiano, al Sindaco Raffaele De Leonardis e al suo staff, all'Assessore Venturino Cerqua e ai consiglieri comunali i quali tutti, si sono prodigati per la riuscita della commemorazione e della premiazione e sono stati presenti, testimoniando l'attenzione al tema trattato.
Inoltre desideriamo ringraziare, il Comune di Qualiano per il Patrocinio concesso, la Polizia Di Stato e la Questura di Napoli, l’Arma dei Carabinieri la Compagnia Carabinieri di Giugliano in Campania, il Comando della Polizia Municipale di Qualiano, l'associazione  A.N.U.U. Guardia Ambientale di Qualiano.
Siamo certi che il prossimo anno saremo ancora più numerosi e porteremo ma Qualiano altri illustri ospiti che si sono distinti per la loro azione o parola che li ha portati dalla parte della legalità.    




martedì 17 luglio 2018

Commemorazione vittime innocenti della criminalità e consegna premio “19 Luglio 1992, Terra Viva, dalla parte della legalità”

commemorazione vittime stragi e istituzione del premio nazionale “19 luglio 1992,terra viva dalla parte della legalità”. Eventi a Napoli

Il Consiglio di Presidenza dell'ente Terra Viva ha istituito un riconoscimento Nazionale dal titolo “19 Luglio 1992, Terra Viva dalla parte della legalità” a favore di tutti coloro che con la loro cittadinanza attiva hanno contribuito a fare esempio di cultura della legalità ,donne e uomini che attraverso i loro scritti azioni e/o parole nell'attività lavorativa o nella vita quotidiana, si sono distinti perché hanno contribuito a dare esempio di scelta della legalità e, con passione e resilienza,hanno reagito opponendosi, facendo della loro azione nella vita quotidiana e del proprio dire,esempio di rettitudine per la collettività di così profonda intensità da destare orgoglio e ammirazione nella società civile per il non comune senso civico e della legalità mostrati nelle gravi avversità patite.

Il 19 luglio sarà presente il fondatore dell'Associazione Terra Viva, Salvatore De Maio, la Presidente dell'Associazione Maria Massaro, la Vice Presidente Dott.ssa Lertizia Di Lauro, la Dott.ssa Valentina Iannelli, il Prof. Angelo Zanfardino.
Ha accettato l'invito della Presidente Massaro di condurre la serata giornalista inviata di Rai Due Claudia Marra, la quale sarà madrina della serata.
Alla serata di premiazione e commemorazione, sono stati invitate anche altre personalità e sindaci dei comuni limitrofi.  
I nominativi scelti per la premiazione 2018 che si terrà il 19 luglio alle ore 19 nella villa comunale di Qualiano sono:
Il Dr. Cesare Sirignano Sostituto Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, 





Dott.ssa Maria Luisa Iavarone e suo figlio Arturo Puoti, 








il Colonnello ruolo d'Onore dell'Esercito Italiano Carlo Calcagni






 Il Testimone di giustizia Giuseppe Masciari 
per la loro attività nell'ambito della Legalità sui territori di  Napoli Nord,  i redattori del giornale online Puntomagazine.it,il Dott.Antonio Puzo, L'Ing. Carmine Sgariglia e il Giornalista Vincenzo Perfetto





Potrebbe interessarti: http://www.napolitoday.it/eventi/commemorazione-vittime-stragi-premio-19-luglio-1992-terra-viva-dalla-parte-della-legalita.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/NapoliToday

giovedì 12 luglio 2018

Commemorazione vittime strage di via D'Amelio e istituzione del premio Nazionale “19 Luglio 1992,Terra Viva dalla parte della legalità”.

Commemorazione strage di via D'Amelio e istituzione del premio Nazionale
“19 Luglio 1992,Terra Viva dalla parte della legalità”.


Il Consiglio di Presidenza dell'ente Terra Viva ha istituito un riconoscimento Nazionale con il titolo
“19 Luglio 1992,Terra Viva dalla parte della legalità” a favore di tutti coloro che con la loro cittadinanza attiva hanno contribuito a dare esempio di cultura della legalità ,donne e uomini che attraverso i loro scritti azioni e/o parole nell'attività lavorativa o nella vita quotidiana, si sono distinti perché hanno contribuito a dare esempio di scelta della legalità e, con passione e resilienza,hanno reagito opponendosi, facendo della loro azione nella vita quotidiana e del proprio dire,esempio di rettitudine per la collettività di così profonda intensità da destare orgoglio e ammirazione nella società civile per il non comune senso civico e della legalità mostrati nelle gravi avversità patite.

Con soddisfazione e orgoglio di seguito i nominativi scelti per la premiazione 2018 che si terrà il 19
luglio alle ore 19 nella villa comunale di Qualiano:
Dott.ssa Maria Luisa Iavarone, il Sostituto Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo Cesare Sirignano , Colonnello Ruolo d'Onore dell' Esercito Italiano Carlo Calcagni, il testimone di giustizia Giuseppe Masciari e per la loro attività nell 'ambito di Napoli Nord i redattori del Puntomagazine.it ,il Dott.Antonio Puzo, L'Ing. Carmine Sgariglia e il Giornalista Vincenzo Perfetto.

Responsabile dell'ufficio stampa centro antiviolenza”Terra Viva”
Angelo Zanfardino

lunedì 25 giugno 2018

Qualiano - Centro antiviolenza Terra Viva: nuova amministrazione De Leonardis – prime emergenze da risolvere quelle sociali, che riguardano i diversamente abili, la violenza sulle donne e minori.


Qualiano - Centro antiviolenza Terra Viva: nuova amministrazione De Leonardis – prime emergenze da risolvere quelle sociali, che riguardano i diversamente abili, la violenza sulle donne e minori.  
Auguriamo alla nuova amministrazione e al Sindaco De Leonardis di intraprendere il lavoro che lo aspetta, guardando in maniera particolare ed iniziando dalle criticità riguardanti il sociale di questo territorio.
Questi anni con l’amministrazione De Luca sono stati anni difficili sotto il profilo socio assistenziale, l’amministrazione uscente ha prodotto una ecatombe sociale. Infatti, sembra che le quote economiche che il comune dovrebbe pagare all’Ambito Territoriale N16 per garantire i servizi minimi assistenziali, non si paghino da anni, con il diretto risultato che sono state abbandonate le famiglie dei disabili a se stesse, senza la minima assistenza e trasporto verso i centri specializzati.
Inoltre, tutto l’aspetto sociale è stato gestito in maniera selvaggia, senza professionalità e al di fuori delle normative regionali e dei piani sociali di zona.
Fatto gravissimo inoltre, è costituito dalle continue informazioni forvianti emanate dal Sindaco uscente De Luca, il quale ha propagandato servizi e assistenze inesistenti e mai autorizzati al funzionamento dagli organi competenti, al solo fine di riuscire ad avere più visibilità e quindi consenso politico.
In particolare su questo territorio le donne vittime di violenza lo sono state 2 volte, la prima a causa della violenza che hanno incrociato nel loro percorso di vita e la seconda perché vittime di una amministrazione disumana fatta di spot elettorali e assolutamente priva di contenuti reali socio assistenziali.
Altrettanto i servizi sociali sono privi di figure professionali idonee e all’altezza della complessa situazione sociale del territorio, questa amministrazione ha sempre omesso l’invio delle vittime di violenza al Centro Terra Viva negandone addirittura l’esistenza violando norme etiche e penali.
Sono rimaste nel vuoto le decine di richieste da parte del Centro Terra Viva, il quale da solo e con una amministrazione comunale ostile, ha assistito centinaia di utenti in maniera completamente gratuita, talvolta disinnescando criticità e sopperendo alle latitanze assistenziali dell’ente comunale.
Il fallimento delle politiche socio assistenziali sul territorio di Qualiano da parte dell’amministrazione De Luca è totale e l’emergenza è allarmante.
Siamo certi che il nuovo Sindaco Raffaele De Leonardis e la sua amministrazione, si adopereranno immediatamente per ripristinare i servizi minimi garantiti e per fare in modo che all’interno del Comune vi sia personale formato ed esperto.
Al riguardo delle macerie sociali lasciate dall’amministrazione uscente, chiederemo un urgente incontro con il neo eletto sindaco Raffaele de Leonardis, al fine di rappresentargli la situazione statistica degli interventi  effettuati dal centro negli ultimi 4 anni, riguardo la violenza di genere e sui minori nel territorio di Qualiano e con lui, concertare interventi incisivi a sostegno delle fasce deboli e delle donne e minori maltrattati, in modo da supportare il piano sociale di zona per garantire una reale e professionale assistenza in rete.

mercoledì 18 aprile 2018

Convegno Dibattito Legalità, Violenza, Bullismo, Ambiente




Domenica 22 aprile 2018 alle ore 10:00 presso la sala consiliare del Comune di Qualiano in Piazza del Popolo i cittadini sono invitati a partecipare all'evento pubblico  


NAPOLI NORD LE EMERGENZE SOCIALI DEL TERRITORIO

CONVEGNO DIBATTITO SUL TEMA DELLA Legalità, Violenza, Bullismo, Ambiente.


Da tempo siamo impegnati sul territorio di Napoli Nord con attività di sensibilizzazione e divulgazione della cultura della legalità, di prevenzione del fenomeno della violenza di genere e assistita, del bullismo e della salvaguardia dei territori dal punto di vista ambientale.

Questo convegno si colloca all'interno di una pianificazione di eventi tesi a sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni, sui grandi temi sociali del territorio di Napoli Nord.

Il principale relatore sarà il Dr.Cesare Sirignano, Sostituto Procuratore Nazionale Antimafia ed Antiterrorismo, il quale ci offrirà la visione dal punto di vista delle problematiche legate ai temi affrontati, dal più alto punto di vista istituzionale della giustizia.



Altri ancora saranno i relatori, Dr. Valentina Iannelli , Psicologa Centro antiviolenza Terra Viva, Filippo Monaco, Dirigente Scolastico IPSEOA Lucio Petronio. Bruna Musello, Dirigente Scolastico IPSEOA Duca di Buonvicino, Salvatore De Maio, Segretario Amministrativo e fondatore Centro antiviolenza Associazione Terra Viva;

Numerosi e importantissimi gli ospiti, Avv. Gianfranco Mallardo, Presidente Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli Nord, l'Avv. Antonietta Panico, Consigliera Ordine Avvocati presso Tribunale Napoli Nord, il Dr. Luciano Mottola, Assessore Politiche Sociali Comune di Melito di Napoli Capofila Ambito Territoriale N 16, l'Avv. Filippo Vastarella, Magistrato Onorario e responsabile Napoli Nord Ass. Nuovi Orizzonti, l'On. Salvatore Micillo, primo firmatario della legge 68/2015 riguardante gli «eco reati», l'On. Alessandro Amitrano,  il Lavoro e la Legalità, il Dr. Vincenzo Viglione , Segretario Commissione Anticamorra e Beni Confiscati, l'Ing. Carmine Sgariglia, Direttore Responsabile testata giornalistica del Punto! Il Web Magazine, il giornalista Vincenzo Perfetto, Presidente Associazione Punto Giovani Qualiano editrice testata Punto! Il Web Magazine, la Signora Maria Di Buono, vedova del Vigile Urbano di Acerra Michele Liguori morto di tumore a causa del suo servizio a contrasto degli eco reati, Pasquale Scherillo, fratello di Dario Scherillo vittima innocente  della camorra, Cinzia Spetrillo, Presidente Associazione ONLUS «Frida kahlo» Marano di Napoli, Maria Sorrentino, Presidente Family Service Point Napoli, 
il Prof. Avv. Manfrellotti Raffaele , Associato di Diritto Pubblico II Università di Napoli Federico Secondo,
Gli avvocati:
Avv. Marialuisa D’alterio – Avv. Rosa Liccardo – Avv. Pasquale Fusco  - Avv. Biagio Borretti – Avv. Mauro Foglia – Avv. Flavia Cannavale –  Avv. Luisa Ciccarelli – Avv. Raffaella Pennacchio  – Avv. Mariarosaria Costanzo – Avv. Maria Perna -  Avv. Giulio Cacciapuoti  -  Avv. Filomena Iuffredo. 

Tutti uniti da un unico obiettivo, quello di affermare l'importanza dei temi trattati sul territorio di Qualiano e di Napoli Nord.




martedì 27 marzo 2018

Violenza di genere, programma televisivo le iene: diamo doverose precisazioni

Alcune precisazioni in merito a quanto riportato dal programma televisivo "Le Iene"

Sempre più spesso il programma "le Iene", affronta il problema della violenza di genere, infatti, la giornalista Giovanna Nina Palmieri proprio ieri 25 marzo 2018, ha condotto un servizio relativo proprio alla violenza di genere.
Al riguardo, intendiamo divulgare delle doverose precisazioni le quali sono mirate ad informare le donne che denunciano e spronarle a farlo chi ancora oggi è vittima ma non ha trovato il coraggio di farlo.
Il primo consiglio è di rivolgersi ad un centro antiviolenza titolato e conforme alle normative nazionali e regionali, il quale ha l’obbligo di fornire gratuitamente accoglienza telefonica; accoglienza personale;consulenza psicologica, anche attraverso la predisposizione di gruppi di sostegno; assistenza e consulenza legale; orientamento e accompagnamento al lavoro.
Inoltre proprio in merito al servizio televisivo che abbiamo citato in premessa, desideriamo chiarire che la legge esiste ed è abbastanza idonea anche potrebbe essere migliorata, il problema è quando non viene applicata.
Infatti, riguardo la violenza sulle donne, nel 2013, oltre che modifiche al codice penale, sono state apportate modifiche anche al codice di procedura penale, infatti è stato introdotto l'art. 282 bis c.p.p. che tutela la persona che denuncia le violenze, con la possibilità di una immediata applicazione di misura cautelare.
Purtroppo quando muore una donna è solo perchè da qualche parte a livello istituzionale qualcuno non ha fatto il suo dovere come doveva.
Quindi denunciate, rivolgetevi ai centri antiviolenza autorizzati e qualificati, ma soprattutto pretendete che la polizia giudiziaria che riceve la denuncia richieda al magistrato di turno l’applicazione della misura dell'allontanamento oppure del divieto di avvicinamento come previsto dall’art. 282 bis c.p.p.

domenica 11 marzo 2018

Qualiano quando la violenza sulle donne diventa propaganda politica

QUALIANO "TERRA VIVA", LA VIOLENZA SULLE DONNE NON DIVENTI PROPAGANDA POLITICA

La dott.ssa Massaro:

 "Non vorrei che questa fosse soltanto un'operazione politica di immagine, pubblicitaria, in vista delle prossime elezioni di maggio".

È sempre più frequente leggere notizie di cronaca nera che coinvolgono donne vittime di violenze, spesso purtroppo indicibili e letali. Recentemente il territorio di Qualiano a Nord di Napoli ha visto l'intervento delle forze dell'ordine per reprimere i comportamenti delittuosi di un aggressione.
L'8 marzo è appena trascorso, ma le violenze di genere non diminuiscono. Alcuni studiosi della materia ritengono, tuttavia, che oggi si parli di più di tali fenomeni non perché prima non esistessero, ma solo perché venivano sottaciuti. La locale Procura della Repubblica di Napoli Nord è molto attenta al fenomeno e rapida nel perseguire i reati c.d. “di genere”.
Ne parliamo con la responsabile del Centro antiviolenza “Terra Viva”dell’ambito N.16 con sede legale nel Comune di Qualiano, Dott.ssa Maria Massaro, Assistente Sociale, che opera sul territorio da anni.
Dott.ssa Massaro, può illustrarci il lavoro territoriale che svolgete?
«Sono anni che oramai operiamo sul territorio a sostegno delle vittime di violenza con il Cnetro antiviolenza Terra Viva, attivo ogni giorno. Il quale è appartenente all’Ambito territoriale N. 16. Ci avvaliamo, come Centro antiviolenza, delle prestazioni professionali di avvocati civilisti e penalisti, nonché di psicologi, psicoterapeuti, assistenti sociali e dell'attività di volontari. Nel corso degli anni abbiamo messo su una equipe che riesce ad accogliere gli utenti e seguirli passo dopo passo, dai colloqui iniziali ed esplorativi fino agli eventuali processi e percorsi terapeutici. Le richieste e i bisogni delle donne accolte dal centro sono: telefonia sociale 95%, sfogo 98%, richiesta di informazioni 80%, colloquio successivo di accoglienza 85%, consulenza legale 90%, consulenza psicologica 20%, ospitalità in emergenza 10%, ricerca di lavoro 60%, aiuto economico 90%, partecipazione ai gruppi di sostegno 15%, intervento terapeutico sull’autore violento 5%, collocamenti in casa protetta di donne 2%, minori 20%. La tipologia di violenza delle donne è stata: nel 60% per maltrattamento (da familiari o conviventi), nel 20% per violenza psicologica, 5% per violenza sessuale, 20% per stalking, 3% per abuso su minore. Le donne che hanno subito violenza in presenza di minori sono l’ 80%, donne che hanno subito violenza non in presenza di minori 20%. Le consulenze legali sono state: 70% penali e 30% civili».

Il territorio di intervento è quello del comune di Qualiano o riuscite a coprire altre aree?
«La nostra sede è a Qualiano, ma i nostri utenti provengono anche dai comuni limitrofi. Da tempo abbiamo stretto collaborazioni con l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, con Università degli Studi di Napoli Federico II, per le Attività di Tirocinio Curriculare. Per la Gestione della Formazione Continua per gli Assistenti Sociali con l’Ordine degli Assistenti Sociali della Campania, per il Tirocinio Curricolare con Università degli Studi Guglielmo Marconi. Siamo accreditati presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento Pari Opportunità, Ufficio Nazionale Anti Discriminazioni, Registro delle Associazioni e degli Enti che svolgono Attività nel Campo della Lotta alle Discriminazioni, presso la Regione Campania iscritti nel Registro Regionale delle Associazioni di Promozione Sociale, aderiamo alla rete di Libera Associazioni nomi e numeri contro le mafie, accreditati presso il Comune di Napoli nel Registro delle Associazioni ed Istituzioni di Carattere privato e tanto altro ancora che non non sto ad elencare, insomma siamo un soggetto riconosciuto per la professionalità che profonde contro la violenza. Inoltre abbiamo acquisito la certificazione di qualità UNI EN ISO 9001:2008 per l’erogazione di servizi di assistenza alla persona e centro anti violenza e anti stalking. Siamo oramai accreditati presso numerose sedi delle forze dell'ordine, riuscendo ad avere anche un intervento continuativo sul difficile territorio di Scampia e non solo. Peraltro, oramai da anni, grazie all'operato dei nostri avvocati, garantiamo l'assistenza processuale alle vittime di violenza in ogni sede e ambito giudiziario e l'Associazione si è costituita parte civile in numerosi processi celebrati per reati quali lo stalking e i maltrattamenti in famiglia. Ciò a dimostrazione del riconoscimento anche giudiziale del nostro operato e della nostra competenza»
La vostra, mi pare di capire, è un'iniziativa privata. Immagino che, nonostante l'apporto dei volontari, le spese da sostenere per la sede e i servizi offerti siano rilevanti. Voi accedete a qualche fondo pubblico? C'è qualche riconoscimento e aiuto istituzionale alla vostra Associazione?
«Assolutamente no. Sosteniamo tutte le spese necessarie per tenere in piedi la struttura e i servizi offerti solo ed esclusivamente con il contributo volontario del nostro personale e le quote associative annuali. Non accediamo a nessun fondo pubblico. L'esperienza degli ultimi anni, però, ha dimostrato che noi continuiamo ad operare a tutti gli effetti, a spese nostre, nel pieno del rispetto delle norme, mentre il Comune di Qualiano non si è preoccupato di offrire alla cittadinanza alcun servizio equivalente, magari affidandolo ad altre associazioni. Non solo, ma bisogna dire che in più occasioni il Centro antiviolenza Terra Viva, in casi di emergenza trattati, ha chiesto all’amministrazione comunale di Qualiano un sostegno per alcune donne, dall’ente in questi anni non abbiamo ricevuto mai una risposta, invito, collaborazione, anche se la legge prevede che l’ente si adoperi per promuovere una rete con il Centri antiviolenza sul territorio, a sostegno delle donne vittime di violenza. Rete e collaborazione che il Centro antiviolenza Terra Viva ha sempre cercato di costruire in vano, come è ampiamente dimostrato dal fatto che l’ente Comunale di Qualiano non ha mai coinvolto il Centro antiviolenza in nessuna sua iniziativa anche ludica, organizzata a favore delle donne»
Fa riferimento anche al fatto che l'Amministrazione locale abbia adottato una delibera per l'apertura imminente di uno sportello anti-violenza proprio presso i locali della Casa comunale, con personale degli uffici.
«Anche io ho letto questa notizia le dirò, come ha già detto il nostro segretario amministrativo in una recente intervista, da un lato non può che farmi piacere, poiché è un bene che le energie profuse in tale direzione si moltiplichino, ma da un lato mi sorge qualche perplessità. Perché l'Amministrazione locale per anni è stata silente sulla questione della violenza contro le donne, tranne qualche eccezione in occasione di semplici manifestazioni, che nulla hanno a che fare con il reale e materiale sostegno alle donne vittime di violenza, bensì si limitano, anche se giustamente, solo all’aspetto puramente preventivo, perseguito dalle associazioni di puro volontariato. Nonostante il nostro territorio sia ad alto rischio, da quando questa amministrazione si è insediata, ha rifiutato ogni collaborazione con il Centro antiviolenza, che nel frattempo ha fornito gratuitamente servizi e assistenza alle vittime di violenza. Non vorrei che questa fosse soltanto un'operazione politica di immagine, pubblicitaria, in vista delle prossime elezioni di maggio. Il problema della violenza di genere è serio e va affrontato nei suoi vari aspetti quotidianamente, come facciamo noi da anni, e non soltanto in prossimità delle contese elettorali».
Ci può dare qualche anticipazione sul futuro di questi territori riguardo la violenza sulle donne.
«Si, posso però solo dirle che abbiamo avviato un progetto documentario che illustrerà l’operato del Centro in questi anni sul territorio di Napoli Nord e non solo, è un progetto importante che darà voce alle tante vittime di violenza e farà emergere i dati allarmante raccolti dal Centro antiviolenza in questi anni, facendo emergere anche atteggiamenti omissivi da parte di alcuni pezzi delle Istituzioni, al riguardo dell’obbligo che la legge impone rispetto all’invio delle vittime ai Centri antiviolenza sul territorio e l’obbligo di fare rete, il quale su Napoli Nord spesso è disatteso proprio da appartenenti alle Istituzioni competenti per territorio»

Fonte giornale il Punto Magazine LINK