martedì 13 ottobre 2015

Inaugurazione sportello anticamorra all'interno del Palazzo Municpale,

    Nei prossimi giorni sará inaugurato lo sportello anticamorra all'interno del Palazzo Municpale, sará l'emulazione del primo Sportello Anticamorra intitolato alla vittima innocente di camorra "Antonio Landieri" presieduto dall'associazione (R)esistenza e presidio di "Libera Scampia". Uno Sportello che raccoglieva 9 denunce al mese. Bisognerebbe essere felici, le buone prassi vanno sempreemulate... 
    Peccato che quello S...portello, che nn ha voluto piegarsi alle manipolazioni politiche e propagandistiche dell'avvocato Pisani, è stato saccheggiato prima di essere sgomberato e profanato proprio da chi dovrebbe rappresentare l'Istituzione per eccellenza. Non tutti sanno infatti che dopo le dichiarazioni de sottoscritto di voler abbandonare quegli uffici, prima il Presidente e poi il Direttore hanno firmato l'avviso di sgombero anche con l'ausilio del forze dell'ordine. La minaccia ovviamente non poteva spaventarci e quando siamo tornati allo Sportello, la targa intitolata ad Antonio Landieri l'abbiamo trovata spaccata in pezzi che nemmeno ci han fatto più trovare, per evitare che la incollassimo. Ora il Presidente della legalità, sui quali pesa un'inchiesta de LE IENE di una presunta frode da 350 mila euro ai danni del fisco, con la garanzia di Don Aniello Manganiello (a cui va la mia stima) proverà la mossa elettorale del nuovo Sportello, innescando la logica delle vittime di serie A e di serie B. 
    Ovvio che il trentennale della morte di Giancarlo Siani dia mediatica-mente risalto alla notizia, ovvio che tutto questo serve solo a Pisani e non al Quartiere, la gente si riguarderà bene dal fidarsi di chi ha vicende oscure non chiarite e siam certi che la buona fede di Don Aniello non basti purificare l'ultimo gesto estremo di un razzismo insito nella politica di questa Ottava Municipalità che non è nuova nel fare differenze anche nei confronti delle vittime innocenti di camorra. L'assenza all'evento dei familiari dell vittime, dell'associazionismo e della militanza antimafia, dei movimenti e del coordinamento dei familiari delle vittime innocenti di camorra tuttavia ci lascia ben sperare, questa Città ha imparato a distinguere le parole dai fatti, l'antimafia da salotto, borghese razzista da quella di "strada"... ben presto lo Sportello Anticamorra "Antonio Landieri" troverà giustizia nella sua nuova casa, nell'Officina delle Culture "Gelsomina Verde"

Nessun commento:

Posta un commento